Trustpilot
top of page

Ciuccio: i consigli della logopedista

Mia mamma mi racconta sempre che io ne avevo tantissimi e ne portavo sempre una scorta‼️ E guai a chi me li prendeva‼️ Ma perché i bambini lo ricercano così tanto? Cosa rappresenta per loro?


Benvenut* su Logolandya, sono Dana Dell'Ariccia, logopedista specializzata nello sviluppo del linguaggio e dell'apprendimento. Sostengo i genitori verso una corretta stimolazione comunicativa e linguistica dei loro bambini.


Tanti sono i genitori che mi chiedono come sarebbe meglio proporre il ciuccio al loro bambino e soprattutto quale l'età e il modo migliore per abbandonarlo.

La confusione dei genitori è dovuta ai moltissimi luoghi comuni e false credenze che girano sull'argomento. Cerch


iamo perciò di fare un po’ di chiarezza


Perché i bambini lo ricercano così tanto?

Gli anglosassoni lo chiamano “pacifier” (pacificatore), e sicuramente con solo questo termine possiamo spiegare le proprietà e i benefici del ciuccio. Se infatti la suzione è un riflesso primario di cui i neonati hanno bisogno per nutrirsi e idratarsi, per la maggior parte dei piccoli essa rappresenta anche un modo consolarsi e a gestire emotivamente situazioni per loro stressanti. Attraverso il ciuccio, infatti il bambino impara a calmarsi e gestire lo stress, la rabbia e la tristezza in maniera autonoma quando la mamma o il papà non ci sono.


Quando iniziare ad utilizzare il ciuccio?

Il periodo ideale per iniziare ad utilizzare il ciuccio è quando il bambino ha compiuto i primi mesi di vita. Bisognerebbe evitare di offrire il ciuccio prima che l’allattamento non sia ben avviato e consolidato.


Quando e come darlo?

Il ciuccio è uno strumento attraverso il quale il bambino impara ad autoregolarsi, per questo motivo dovremmo lasciarglielo solo nelle situazioni in cui davvero ne ha bisogno: il momento della nanna o momenti di particolare stress in cui il bambino si trova in difficoltà.


Quando e perché toglierlo?

Ad una certa età, soprattutto se utilizzato in maniera impropria, il ciuccio ostacola e influisce negativamente nello sviluppo anatomico della bocca e nello sviluppo del linguaggio per questo motivo si consiglia di ridurne l’uso a partire dai due anni e di cercare di toglierlo gradualmente entro i 3 anni


Se ancora non lo hai fatto iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente un PDF con 3 strategie per la corretta stimolazione linguistica!!! (https://www.logolandya.it/)

Ti aspetto al prossimo articolo!!


135 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page